Francesco Facchinetti e Wilma Faissol: “Il nostro amore, dalla distanza al matrimonio”

«Ci siamo conosciuti quasi per caso, lei deve essersi sbagliata ed è inciampata su di me. Eravamo a Marrakech e lei mi ha fatto da crocerossina, anche perché ero malatissimo dopo aver mangiato qualcosa». Francesco Facchinetti, ospite a Domenica In insieme alla moglie, la brasiliana Wilma Faissol, racconta come è nato l’amore.

«Lei non parlava italiano, io parlavo solo un po’ di inglese, ci capivamo a gesti e quella volta parlammo tutta la notte» – racconta il figlio di Roby Facchinetti – «Gli opposti si attraggono, è proprio vero: io sono un tipo esuberante, lei è sempre serena e pacata». Wilma, poi, spiega: «Fu un colpo di fulmine, voleva conquistarmi cantando e poi gli dissi ‘Mi innamoro di te, basta che non canti più’. Ciò che mi colpì di lui furono i tatuaggi, non ero mai stata con un uomo così tatuato».

francesco-facchinetti-wilma-faissol_04163335-1

I primi tempi furono duri, poiché Francesco e Wilma dovettero affrontare una relazione a distanza: «Facevamo avanti e indietro tra l’Italia e Rio de Janeiro. Ci sentivamo in continuazione, più volte al giorno, con videochiamate su Facetime». Poi, una canzone decisiva per le sorti della loro storia: Tra te e il mare di Laura Pausini. Wilma lo spiega così: «Quel brano dice ‘O ritorni o resti lì’, ed è così che decisi di raggiungerlo in Italia». Francesco, a questo punto, scherza così: «Da Rio si è ritrovata a Mariano Comense…».

Una storia d’amore in note, che da Laura Pausini arriva fino a Bruno Mars. Francesco Facchinetti spiega: «Volevo chiederle di sposarmi, così ho pensato di dichiararmi con una canzone bellissima come Marry you. Con questa, ho rovinato tutta la mia reputazione…». Il cantante e conduttore, poi, aggiunge: «All’interno della coppia non sono geloso, lascio molto spazio affinché possa coltivare tutte le sue passioni». Il giorno del matrimonio, nel settembre del 2015, Facchinetti fu anche capace di presentarsi in ritardo dopo aver ricevuto una multa: «Non trovavo parcheggio, lasciai l’auto davanti alla sede del Comune e prima di sposarmi fui costretto a pagare per il divieto di sosta». Alla fine, il test a cui si sono sottoposti Francesco e Wilma non ha lasciato dubbi: altro che opposti, la coppia è unita ed affiatata e i due hanno visioni molto simili della vita e dell’amore.

Francesco Facchinetti e Wilma Faissol: “Il nostro amore, dalla distanza al matrimonio”ultima modifica: 2018-03-05T17:06:25+01:00da valentino775
Reposta per primo quest’articolo
FacebookTwitterGoogle+Share

Add a Comment