“Isola dei Famosi”, Jonathan scoppia a piangere deluso da Simone

Lacrime di delusione sull'”Isola dei Famosi“. Sono quelle di Jonathan che, parlando con Bianca e tornando sulle nomination dell’ultima puntata, si lascia andare ad un duro sfogo. “Sono un po’ deluso da Simone Barbato. E’ arrivato qua che lo volevano uccidere tutti e l’ho protetto, lui nelle nomination ha quasi infierito, come se stesse covando tutto questo da tempo” ha detto l’ex gieffino, scoppiando poi a piangere.

640x360_C_2_video_818314_videoThumbnail

Tutto era successo nel corso dell’ultima puntata, quando nelle nomination si potevano votare solo gli uomini. Jonathan ha voluto nominare Simone “ma solo perchè sono in difficoltà a votare gli altri”. Barbato ha ricambiato così: “Io invece voto Jonathan perchè non prende mai una posizione che sia destra o sinistra”.

“L’ho trovato un po’ cattivo in quelle parole” ha detto Jonathan parlando a cuore aperto con Bianca. La ex di Max Biaggi ha tentato di spiegare il punto di vista del comico, ma senza lenire le sue agitazioni.

Jonathan è fermo nell’autoassolversi: “Io prendo posizione per quello che per me è importante, per quello che mia mamma mi ha insegnato. Io sono un buono e genuino. Simone ha giocato più di me ma io continuo sulla mia strada.”

A questo punto la Atzei ha voluto consolare il compagno. “Jonathan è una persona molto emotiva e sensibile, mi ci rivedo parecchio in lui. Il pensiero di Simone l’ha buttato giù” ha detto nel confessionale. Coccolandolo con parole che lo hanno toccato, portandolo alle lacrime. “Tu in tutto quello che fai metti il cuore!” ha ammesso la cantante sarda.

“Qua siamo in difficoltà, manca il cibo, ma io cerco lo stesso di regalare un sorriso a tutti. La gente è cattiva e non lo fa. Però non mi arrendo, perchè alla fine devono vincere i buoni!” ha concluso Jonathan, lanciando il suo grido di battaglia.

“Isola dei Famosi”, Jonathan scoppia a piangere deluso da Simoneultima modifica: 2018-03-14T20:21:33+01:00da valentino775
Reposta per primo quest’articolo
FacebookTwitterGoogle+Share

Add a Comment