Pd, Orfini tenta la mediazione: “Congresso subito ma con una fase programmatica” Emiliano: “Noi via se Renzi si ricandida”

Prosegue al teatro Vittoria la manifestazione della minoranza Pd. In platea siedono Massimo D’Alema, Pier Luigi Bersani, Michele Emiliano, Roberto Speranza, Enrico Rossi. Renzi ha tentato una mediazione, cui ha replicato Michele Emiliano: “E’ lui a volere la rottura, non deve ricandidarsi a segretario”. Anche Matteo Orfini ha tentato di sanare la frattura interna al partito: “Congresso subito ma con una fase programmatica”.

 

C_2_box_25030_upiFoto1F

  • Orfini: congresso subito ma con fase “programmatica”

    “Bisgona dedicare la prima parte del congresso a una profonda discussione programmatica in ogni federazione. Il tempo c’è, la volontà politica anche, mi impegno personalmente a garantirlo. Se lo vogliamo, possiamo andare avanti insieme. Basta sgombrare dal campo le richieste fatte solo per farsi dire di no”. E’ la proposta alla minoranza del presidente Pd, Matteo Orfini.

  • Nardella alla minoranza: “Sì al confronto, no a ultimatum”

    “No agli ultimatum e sì al confronto tra minoranza e maggioranza del Pd”: questa la posizione espressa dal sindaco di Firenze, Dario Nardella. “Io preferisco – ha affermato – la minoranza che incalza il segretario e la maggioranza sui temi, sui valori e sul progetto che il nuovo Pd dovrà avere per affrontare le nuove elezioni: economia, lavoro e diseguaglianze”.

    C_2_articolo_3057433_upiImagepp

  • Franceschini: partito non è proprietà di capi che litigano

    “Ci sono sempre i margini per evitare la scissione, dipende dalla volontà delle persone”. E’ quanto ha affermato il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, in merito alle tensioni tra maggioranza e minoranza Pd. “Dobbiamo capire che il Partito democratico non è proprietà di alcuni capi che litigano tra di loro. Il Pd è di proprietà di milioni di persone che ci hanno creduto, che ci credono, e non vogliono questa divisione”, ha aggiunto.

  • Boccia: Renzi ha in mano il futuro del Paese e della sinistra

    “Spero che Renzi comprenda in queste ore la portata storica della sua decisione politica, una decisione che può cambiare il corso degli eventi politici che riguardano il nostro Paese e tenere unita la più grande forza riformista d’Europa. Fermiamoci adesso che siamo ancora in tempo ma dobbiamo volerlo tutti a partire dal segretario”. Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, a conclusione della kermesse con Rossi, Speranza e Emiliano.

    Martina: “Non dividiamoci, ma ritroviamoci”

    “Sono Partito Democratico e non torno indietro. Mai come ora. Anziché dividerci, ritroviamoci”. Lo scritto su Twitter il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, ribadendo il suo “no” alla scissione.

     

  • Guerini: “Gli ultimatum non sono ricevibili”

    “Questa mattina toni e parole che nulla hanno anche fare con una comunità che si confronta e discute. Gli ultimatum non sono ricevibili”. Così il vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini, replica su Twitter alle parole degli esponenti della minoranza dem.

  • Bersani: “Nessuna telefonata da Renzi”

    “Se ho ricevuto una telefonata da parte di Matteo Renzi? No, deve sentire Speranza, Rossi, Emiliano”. Lo ha detto l’ex segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.

 

Pd, Orfini tenta la mediazione: “Congresso subito ma con una fase programmatica” Emiliano: “Noi via se Renzi si ricandida”ultima modifica: 2017-02-18T18:35:43+01:00da valentino775
Reposta per primo quest’articolo
FacebookTwitterGoogle+Share

Add a Comment